© 2017 Centro Studi sulla Cooperazione «A. Cammarata» • Tutti i diritti riservati

© 2017 Web Design and Engineering a cura di Salvatore Tirrito

progetto grafico e impaginazione libri Grafiworks Creative Studio

Novità editoriali

Pagina  1

Homeindex.html
Direttoredirettore.html
Rassegna stamparassegna_stampa_1.html
Incontri culturaliincontri_culturali_0.html
Pubblicazionipubblicazioni_1.html
Storiastoria.html
Contatticontatti.html
Home        Storia        Direttore        Incontri culturali        Rassegna stampa        Pubblicazioni        Contattiindex.htmlstoria.htmldirettore.htmlincontri_culturali_0.htmlrassegna_stampa_1.htmlpubblicazioni_1.htmlcontatti.htmlshapeimage_13_link_0shapeimage_13_link_1shapeimage_13_link_2shapeimage_13_link_3shapeimage_13_link_4shapeimage_13_link_5shapeimage_13_link_6
     ricercaricerca.html
» » »  link utili         link_utili.html
» » »  gallerie fotografichegalleria_fotografica_1.html
» » »  novità editoriali



Pagina  1

indice degli autori  1  2  3

S

visualizza la schedascheda_scrinia_13.html

cultore fra i maggiori del secondo novecento, erede dell’umanesimo e dell’esistenzialismo, Floriano Bodini (1933-2005) matura la sua visione dell’arte nella Milano di fine quaranta e inizio cinquanta accanto ai maestri di una Brera in rivoluzione. Non solo Milano lo determina, ma anche l’Europa di Henry Moore, Alberto Giacometti, Anton Pevsner, Constantin Brancusi, Fritz Wotruba. Acquisisce la scienza, italiana ed europea, della forma plastica e . . . >>

Giovanni Bonanno

Floriano Bodini

Maestro della scultura esistenziale

B

visualizza la schedascheda_studi_del_centro_82.html

Mario Sturzo educatore

La sua attenzione pastorale

alla persona e alla famiglia


a cura di Giuseppina Sansone e Massimo Naro

asterebbe ricordare il titolo che mons. Mario Sturzo, vescovo di Piazza Armerina dal 1903 al 1941, diede al periodico filosofico-letterario da lui fondato nel 1927, per intuire il valore e l’importanza che la questione educativa ebbe nel suo impegno intellettuale e pastorale: con la Rivista di Autoformazione, infatti, egli mostrava una preoccupazione tipicamente “moderna”.

Moderna era la preoccupazione sturziana per il problema educativo poiché in essa ridondava la crisi . . . >>

I

visualizza la schedascheda_sintesi_e_proposte_69.html

Mario Ferrara

Luigi Sturzo


a cura di Emanuele Bruzzone

n questo volume, a novant’anni dalla prima edizione, si pubblica la riproduzione “anastatica” del testo ‒ di ridotto formato, ma di grande significato, uscito nel 1925 per i tipi dell’editore Formíggini ‒ dedicato dal giornalista e scrittore politico, laico e liberale, Mario Ferrara (1892-1956) alla figura di don Luigi Sturzo (1871-1959). Si tratta della prima biografia “in tempo reale” del prete siciliano dalla poliedrica personalità, organizzatore politico, fondatore nel 1919 del Partito Popolare, protagonista della vita pubblica . . . >>

C

visualizza la schedascheda_scrinia_14.html

ercare, sognare, guardare, incontrare, raccontare. Orlando allo specchio è la cronaca poetica di un sogno “ad occhi aperti”, di un viaggio realizzato lungo l’arco di un anno nella vita e nell’opera del maestro Mimmo Cuticchio. È la storia della sua famiglia, è la condivisione di un’opera artistica che ha tenuto vivo il teatro dell’opera dei pupi dentro e oltre i confini di una tradizione dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

Il racconto non segue un criterio cronologico . . . >>

Giulia Lo Porto

Orlando allo specchio

Uomini e pupi nel teatro

di Mimmo Cuticchio

visualizza la schedascheda_studi_del_centro_83.html

Q

Cataldo Naro

La posta in gioco è alta

Rinnovamento spirituale

e riforma pastorale negli articoli

per «La Voce di Campofranco»


a cura di Salvatore Falzone e Massimo Naro

uesto volume raccoglie poco meno di cento scritti – tra articoli e interviste, recensioni e saggi brevi, editoriali e corsivi – pubblicati da Cataldo Naro, dal 1979 al 2004, su «La Voce di Campofranco», un giornale mensile che usciva ‒ ed esce ancora ‒ nella diocesi di Caltanissetta, diffuso in varie regioni d’Italia e in alcuni Paesi stranieri dove alto è il tasso di emigrazione dalla Sicilia. Il libro si divide in due sezioni. Nella prima compaiono gli interventi dedicati ‒ in un inserto intitolato . . . >>

D

visualizza la schedascheda_studi_del_centro_84.html

Civismo e politica

in Mario Sturzo


a cura di Giuseppina Sansone

i mons. Mario Sturzo, vescovo della diocesi di Piazza Armerina dal 1903 al 1941, ci si è occupati dal punto di vista filosofico e pastorale, evidenziando, in modo speciale, il suo ruolo educativo. Dagli studi sinora fatti sortisce un interrogativo: quali implicazioni hanno avuto il suo pensiero e il suo operato sul piano socio-politico, in un contesto storico ed ecclesiologico complesso come quello configuratosi, in Sicilia, nella prima metà del Novecento? Entrare nel merito della questione . . . >>

G

visualizza la schedascheda_sintesi_e_proposte_70.html

Sante De Angelis

Il cristianesimo radicale

del filosofo contadino

Gustave Thibon e il creato

ustave Thibon (1903-2001) impersona uno dei casi più significativi nel panorama culturale europeo contemporaneo: autodidatta, attraversando una personale conversione intellettuale e religiosa, è giunto a farsi apprezzare come lucido pensatore d’ispirazione cattolica e come scrittore prolifico, conosciuto – soprattutto in Francia – come il “filosofo contadino” per via della sua attitudine all’attività agricola e del suo rispetto per la natura antropizzata . . . >>

I

visualizza la schedascheda_scrinia_15.html

l volume ripercorre uno dei periodi più significativi della storia dell’arte, rivisitato da uno studioso italiano che, in un ciclo di lezioni tenute a Cordoba, in Argentina, espone i suoi punti di vista a un gruppo di giovani laureati in belle arti e architettura.

Quotidiano è l’incontro fra docente e allievi, volto a dischiudere la civiltà del Quattrocento e del Cinquecento penetrando la complessità intellettuale di maestri come Masaccio e Piero della Francesca, Leonardo e Michelangelo . . . >>

Giovanni Bonanno

Rinascimento a Cordoba

Conversazioni d’arte in Argentina