galleria_fotografica_2.html
Direttoredirettore.html
Contatticontatti.html
Incontri culturaliincontri_culturali_0.html
Pubblicazionipubblicazioni_1.html
Homeindex.html
galleria_fotografica_2.html
galleria_fotografica_1.html
 

© 2015 Centro Studi sulla Cooperazione «A. Cammarata» • Tutti i diritti riservati

© 2015 Web Design and Engineering a cura di Salvatore Tirrito

Home          Direttore          Incontri culturali          Rassegna stampa          Pubblicazioni          Contattiindex.htmldirettore.htmlincontri_culturali_0.htmlrassegna_stampa_1.htmlpubblicazioni_1.htmlcontatti.htmlshapeimage_10_link_0shapeimage_10_link_1shapeimage_10_link_2shapeimage_10_link_3shapeimage_10_link_4shapeimage_10_link_5

I 

l post-concilio – che ormai dura da cinquant’anni – è il tempo della riscoperta dell’importanza del rapporto Chiesa-mondo. Di questo rapporto la Gaudium et spes ha avviato, infatti, un radicale ripensamento che ha avuto, negli anni scorsi, vari esiti programmatici e operativi. Per la Chiesa italiana un punto emergente di tale ripensamento è stato il Convegno di Palermo del 1995 e, subito dopo, il Progetto culturale orientato in senso cristiano varato dalla C.E.I., il cui intento è di stimolare una sorta di “conversione” culturale, in modo che il vangelo, incarnato nella storia, ispiri ancor oggi la cultura per aprirla a ciò che gratuitamente la trascende e la raggiunge da parte di Dio come pure per renderla capace di valorizzare appieno le potenzialità più belle e positive dell’umano. Ecco perché in non poche diocesi italiane vengono incoraggiate iniziative culturali atte a registrare e a decifrare la ricerca di senso e le domande radicali che, all’alba del terzo millennio cristiano, gli uomini si pongono nella loro vita d’ogni giorno.

Nella diocesi nissena il progetto culturale ha trovato un terreno già pronto da tempo. Numerose e consolidate sono a Caltanissetta le strutture che testimoniano l’impegno ecclesiale in ambito culturale: alcune fanno capo alla diocesi in quanto tale, altre – ispirate cristianamente – svolgono autonomamente le loro attività mantenendosi comunque in sintonia con la pastorale della cultura promossa dalla diocesi.

Una presenza culturale efficacissima, autonoma ma pur sempre al servizio della diocesi nissena, è da trent’anni il Centro Studi Cammarata, intitolato all’avv. Arcangelo Cammarata (1901-1977): un Centro Studi che opera a San Cataldo, fondato nel corso del 1983 e operativo dal gennaio 1984 e diretto fino al 2003 da mons. Cataldo Naro. Attualmente il direttore è don Massimo Naro, docente di teologia sistematica nella Facoltà Teologica di Sicilia a Palermo.

avv_arcangelo_cammarata.html
avv_arcangelo_cammarata.html
Avv. Arcangelo Cammarataavv_arcangelo_cammarata.html
mons_cataldo_naro.html
mons_cataldo_naro.html
mons. Cataldo Naromons_cataldo_naro.html
galleria_fotografica_1.html
galleria_fotografica_2.html
2galleria_fotografica_2.html
direttore.html
direttore.html
DIRETTOREdirettore.html
storia_files/Statuto.pdf

Presidente in carica del Centro Cammarata è il prof. Raimondo Giunta. Primo presidente del Centro Cammarata è stato l'avv. Gaetano Allotta, cui sono succeduti il dr. Eugenio Di Pietra, il vescovo mons. Alfredo Maria Garsia, la prof.ssa Antonietta Viroli. Soci fondatori del Centro Cammarata sono stati l’avv. Gaetano Allotta, la compianta prof.ssa Marianna Arena, il rag. Domenico Bruna, il dott. Rosario Carrubba, la prof.ssa Domenica Di Mattia, il compianto mons. Alfredo Maria Garsia, il compianto ing. Vittorio Lunetta, la prof.ssa Elena Mangano, il compianto mons. Cataldo Naro, il rag. Riccardo Palmeri, l’avv. Beniamino Riggi, il compianto dott. Gaetano Saporito, la prof.ssa Giuseppina Saporito. Soci ordinari sono stati la compianta prof.ssa suor Maria Teresa Falzone e il compianto dott. Salvatore Scarlata; attualmente sono soci ordinari la prof.ssa Maria Calà, il dott. Eugenio Di Pietra, mons. Mario Russotto vescovo di Caltanissetta dal 2003, la prof.ssa Antonietta Viroli e, dal 15 luglio 2013, il prof. Salvatore Barone, il prof. Luigi Bontà, il prof. Calogero Caltagirone, il dr. Valerio Cimino, il prof. Felice Dell’Utri, il prof. Raimondo Giunta, il dr. Antonino Granata, l’arch. Carmelo Pantano, la prof.ssa Teresa Piazza, il dott. Aldo Riggi, l’avv. Angela Tirrito. Socio benemerito cooptato è il Consiglio di Amministrazione della Banca di Credito Cooperativo «G. Toniolo» di San Cataldo (rappresentato dal suo presidente Salvatore Saporito), da sempre sostenitrice del Centro Cammarata. Il Consiglio di Amministrazione del Centro Cammarata è attualmente formato dal prof. Raimondo Giunta, dal rag. Riccardo Palmeri, dal dr. Valerio Cimino, dal dr. Antonino Granata, dal dott. Aldo Riggi. Il Collegio dei Sindaci del Centro Cammarata è attualmente formato dalla prof.ssa Teresa Piazza, dall’arch. Carmelo Pantano e dal prof. Luigi Bontà. Il Collegio dei Probiviri è attualmente formato dall’avv. Angela Tirrito, dal rag. Domenico Bruna e dal sac. don Biagio Biancheri.

Le iniziative culturali e le attività di ricerca del Centro Cammarata vertono su tematiche di carattere principalmente storico, sociologico ed economico. In quanto tali sono volte a recuperare in particolare la memoria di ciò che è stato in Sicilia il movimento cattolico e a valutare quali potenzialità ha il mondo della cooperazione nato e sviluppatosi nel solco del movimento cattolico stesso. In tale prospettiva lo studio del passato si coniuga con il rilevamento e la comprensione dei fenomeni sociali attuali. A questa produzione – storiografica e sociologica – si accompagna anche la riflessione teologica, la quale non è impropria nella ricerca sul movimento cattolico, le cui vicende devono essere interpretate anche alla luce del sapere della fede, per verificarne e capirne l’ispirazione cristiana. L’impegno culturale, che il Centro Cammarata sviluppa progettualmente, si caratterizza, così, per una ricca pluralità di interessi scientifici, che orientano la ricerca da esso promossa verso diversi ma non incompatibili campi d’indagine. 

Si tratta di una varietà che si rivela coerente se inquadrata nella prospettiva interdisciplinare da sempre privilegiata dagli studiosi – già affermati docenti di varie università italiane, ma anche giovani ricercatori a cui il Centro Cammarata ha dato l’opportunità di pubblicare per la prima volta articoli, saggi, volumi – che hanno collaborato alle iniziative del Centro, varietà polifonica nelle sue espressioni e tuttavia armoniosa, poliedrica nei suoi esiti ma comunque unitaria, articolata nel suo servizio intellettuale al territorio ma non per questo frammentata. I risultati di questa attività di ricerca e di studio, negli anni, hanno trovato regolarmente sbocco editoriale in diverse collane curate dal Centro stesso e pubblicate, oltre che sotto la denominazione editoriale del Centro Cammarata, anche presso gli editori Salvatore Sciascia e Lussografica di Caltanissetta. Attualmente le collane sono 10 e annoverano complessivamente più di 200 titoli, a cui sono da assommare numerosi altri titoli fuori collana.

storia_files/Statuto_1.pdf
storia_files/Statuto_2.pdf
 statutostoria_files/Statuto_3.pdf
Rassegna stamparassegna_stampa_1.html
     ricercaricerca.html
» » »  link utili         link_utili.html
» » »  gallerie fotografichegalleria_fotografica_1.html
» » »  novità editorialinovita_editoriali.html

Storia

Gallerie fotografiche

1galleria_fotografica_1.html