© 2021 Centro Studi sulla Cooperazione «A. Cammarata» • Tutti i diritti riservati

progetto grafico e impaginazione libri Salvatore Tirrito

Novità editoriali

Pagina  1

Homeindex.html
Direttoredirettore.html
Rassegna stamparassegna_stampa_1.html
Incontri culturaliincontri_culturali_0.html
Pubblicazionipubblicazioni_1.html
Storiastoria.html
Contatticontatti.html
Home        Storia        Direttore        Incontri culturali        Rassegna stampa        Pubblicazioni        Contattiindex.htmlstoria.htmldirettore.htmlincontri_culturali_0.htmlrassegna_stampa_1.htmlpubblicazioni_1.htmlcontatti.htmlshapeimage_13_link_0shapeimage_13_link_1shapeimage_13_link_2shapeimage_13_link_3shapeimage_13_link_4shapeimage_13_link_5shapeimage_13_link_6
     ricercaricerca.html
» » »  link utili         link_utili.html
» » »  gallerie fotografichegalleria_fotografica_1.html
» » »  novità editoriali

indice degli autori  1  2  3

I

visualizza la schedareciprocita.html

l termine reciprocità ricorre spesso nei pronunciamenti magisteriali di Francesco, o nei suoi scritti di vario genere. E numerosi sono anche i sinonimi, le perifrasi e le metafore che ne enfatizzano le diverse semantiche. L’insistenza della terminologia che esprime e declina la reciprocità nell’insegnamento del pontefice, produce una serie di conseguenze teologiche, dando adito al ripensamento – in prospettiva sistematica, ma anche pastorale e spirituale . . . >>

Massimo Naro

La reciprocità

L

visualizza la schedastromata_10.html

Massimo Naro

Archetipo e immagine

Riflessioni teologiche

sulla scia di Romano Guardini

’intenzione della riflessione antropologica elaborata da Romano Guardini (1885-1968) fu sempre teologica, anche se i termini in cui egli la espresse furono di volta in volta filosofici, ermeneutici, pedagogici, etici, estetici, socio-culturali, persino politici. È quest’intenzione teologica che carica d’interesse precipuo, nell’esplorazione dell’umano compiuta da Guardini, il rapporto – o l’«incontro» – tra l’uomo e Dio: secondo lui l’essere umano non è un blocco di realtà chiuso in sé, . . . >>

R

visualizza la schedastromata_8.html

iforma ecclesiale, rinnovamento spirituale e conversione pastorale sono stati temi su cui Cataldo Naro (1951-2006) ha riflettuto molto, sin dai primi anni del suo ministero presbiterale e, anzi, sin dagli anni della sua formazione seminaristica e teologica. Nel periodo in cui fu arcivescovo di Monreale (2002-2006), egli non fece altro che investire sulle consuete sue riflessioni e sulle sue più o meno remote esperienze, fatte lungo il corso degli anni . . . >>

Questione di coraggio?

Cataldo Naro e la riforma della Chiesa


a cura di Massimo Naro

A

visualizza la schedascheda_sintesi_e_proposte_72.html

ntonello da Messina (1430-1479) è riconosciuto ormai da tempo come uno dei principali rappresentanti dell’arte pittorica rinascimentale: un protagonista del Quattrocento italiano, le cui opere oggi si trovano esposte nei più importanti musei europei e americani. In questo libro viene ripercorsa l’intera sua vicenda, dai suoi periodici viaggi fuori dalla Sicilia agli anni laboriosi trascorsi nell’Isola, dai suoi contatti con l’arte tardo-bizantina e fiamminga al suo confronto con autori italiani . . . >>

Mario Dal Bello

Cristologia dipinta

L’umanesimo di Antonello da Messina

G

visualizza la schedascheda_studi_del_centro_85.html

Giovanni Speciale

Abitare la bellezza

Scritti d’arte e letteratura


a cura di Salvatore Falzone

li scritti raccolti in questo volume postumo sono riproposti (o proposti per la prima volta, nel caso degli inediti) come documenti e fonti che potrebbero gettare una qualche luce sul tipo di riferimenti culturali e spirituali per tanti anni proposti dal loro Autore – che per venticinque anni fu rettore del seminario diocesano di Caltanissetta – a varie generazioni di seminaristi e di giovani presbiteri.

Molti di loro, confrontandosi con le riflessioni . . . >>

Q

visualizza la schedascheda_sintesi_e_proposte_73.html

uesto volume racconta una vicenda storica – di carattere precipuamente politico ma con importanti risvolti e con significative implicazioni culturali ed economico-sociali – che si sviluppa tra gli anni Cinquanta e gli anni Settanta del Novecento: lo scenario è costituito dalla Sicilia, ma sullo sfondo si intravedono più vasti contorni.

Si tratta di un complesso capitolo della storia politica siciliana, illustrato da un testimone che l’ha vissuta . . . >>

Calogero Pumilia

Partecipazione e cambiamento

Un’(auto)biografia politica della Sicilia

Q

visualizza la schedascheda_studi_del_centro_86.html

uesto volume raccoglie i contributi sortiti da un convegno di studi intitolato «Nel mondo non c’è altra società universale…»: l’orizzonte ecclesiologico di mons. Mario Sturzo, svoltosi nell’ottobre 2017 in due sessioni: la prima tenutasi a Piazza Armerina, diocesi di cui mons. Sturzo fu vescovo dal 1903 al 1941; la seconda tenutasi a Caltagirone, sua città natale.

La ricerca dei relatori si è orientata su un versante prevalentemente ecclesiologico-pastorale . . . >>

Mario Sturzo vescovo

Orizzonte ecclesiologico

e orientamenti pastorali


a cura di Giuseppina Sansone

Il municipalismo

di Luigi Sturzo

Alle origini delle autonomie


a cura di Nicola Antonetti e Massimo Naro

visualizza la schedascheda_fuori_collana_sturzo.html

L

uigi Sturzo (Caltagirone 1871 - Roma 1959) fu politico di elevata statura morale e intellettuale animato da forte passione civile, oltre che esemplare personalità spirituale. In questo volume è studiata la prima espressione concreta del suo impegno politico, vale a dire il programma municipale col quale, all’inizio del Novecento, egli intendeva riportare i cattolici ad essere fattivamente presenti in seno alla società. Per questo, a Caltanissetta, tra il 5 e il 7 novembre 1902, . . . >>

Massimo Naro

Introduzione alla teologia

visualizza la schedascheda_fuori_collana_teologia.html

L

a teologia cristiana non è una semplice variante della tradizione filosofica greco-occidentale o una mera riproposizione della sensibilità religiosa biblico-ebraica, bensì il sapere critico che riguarda il Dio di Gesù Cristo. Attraverso una triplice articolazione, il volume introduce a questa disciplina illustrando il momento in cui essa «si fa oggetto di se stessa», esercitandosi come «autoriflessione», prima ancora di articolarsi nelle sue diverse branche. . . . >>

Valerio Cimino

San Cataldo

Odonomastica e storia

visualizza la schedascheda_uomini_e_terre_2.html

L

’odonomastica è un patrimonio identitario della collettività, una memoria vivente che si aggiorna e merita di essere recuperata, custodita e trasmessa alle nuove generazioni perché diventi storia e strumento di ricerca dell’identità della comunità e dei singoli.

Non è, però, soltanto un’auto-rappresentazione della comunità in una dimensione interna, ma è anche l’immagine che la comunità stessa vuole dare di sé all’esterno.

La “scintilla” che ha dato l’avvio alla stesura . . . >>

Popolo, democrazia, libertà

L’impegno sociale e politico

di Luigi Sturzo


a cura di Massimo Naro

visualizza la schedasturzo.html

Q

uesto volume ripercorre la vicenda politica di Luigi Sturzo (Caltagirone 1871 - Roma 1959). E si offre quale contributo per recuperare il senso del popolarismo sturziano, che torna a essere invocato da alcuni osservatori come l’antidoto più efficace contro i populismi di varia matrice che oggi fanno capolino un po’ in tutti i luoghi del confronto politico, dalle piazze ai salotti televisivi, dai social network ai media che plasmano l’opinione pubblica nel mondo ormai globalizzato . . . >>

Scrutare la crisi

per uscirne migliori

Quindici interviste sulla pandemia


a cura di Rocco Gumina

visualizza la schedascheda_sintesi_e_proposte_74.html

Q

ualche mese prima dell’abbattimento del muro di Berlino, Jorge Mario Bergoglio – all’epoca arcivescovo di Buenos Aires – affermava che, per affrontare la crisi internazionale allora in atto, occorreva «uno straripamento interno». Si trattava, per lui, di assumere totalmente le difficoltà di quel momento storico, senza lasciarsene intrappolare. Perciò pure, al contempo, trascendendole «verso l’interiorità».

Anche oggi, mentre tutti ci ritroviamo accomunati . . . >>

visualizza la schedascheda_fuori_collana_camminare.html

L

a raccolta degli scritti editi e inediti prodotti da mons. Cataldo Naro nel periodo della sua presidenza della Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia e, difatti, strettamente attinenti alla sua mansione di preside, contribuisce a illustrare il suo impegno intellettuale – vissuto sempre con sensibilità pastorale – teso a stabilire feconde connessioni tra la ricerca teologica e la vita culturale nell’Isola, all’insegna del dialogo con le varie espressioni del pensiero scientifico contemporaneo. . . . >>

Cataldo Naro

Camminare

con passo giovane

Lavoro culturale e servizio ecclesiale

di una facoltà teologica

Massimo Naro

Scienza

della realtà

La riflessione di Romano Guardini

sul senso della teologia

visualizza la schedascheda_fuori_collana_scienza-della-realta.html

R

omano Guardini (1885-1968), teologo e filosofo della religione, docente nelle Università di Berlino e di Monaco, propose agli studenti e agli uditori delle sue lezioni una «visione del mondo» cristianamente ispirata. Cioè un’interpretazione della storia, della cultura e dell’esistenza umana elaborata mediante una particolare chiave ermeneutica: la Parola di Dio.

Egli ebbe una comprensione creaturale del mondo, che diventava pienamente e veramente intelligibile solo se messo . . . >>

P

visualizza la schedaponzio-pilato.html

onzio Pilato rimane un personaggio della storia antica ancor oggi tra i più famosi e, al contempo, enigmatici. La ricerca di cui, a suo riguardo, si dà conto in questo libro non è però di tenore solamente storico.

Non ci si vuole qui mettere sulle tracce del procuratore romano in antichi documenti, magari nascosti chissà dove. L’intento è, semmai, di ritrovare noi stessi in lui, di metterci nei suoi panni. È ovviamente uno sforzo d’immaginazione . . . >>

Ciò che ho scritto ho scritto

Le rivisitazioni letterarie

di Ponzio Pilato nel Novecento


a cura di Massimo Naro

L

visualizza la schedascheda_fuori_collana_alta-fantasia.html

’«alta fantasia» è la teologia poetica di Dante, la cifra della sua eccellenza rispetto alla Scolastica medievale, la “terza teologia” tra platonismo monastico e aristotelismo universitario. Una teologia laica, trasversale alle diverse correnti dell’epoca. Soprattutto, è l’inversione di tendenza rispetto al pregiudizio degli accademici del Medioevo più maturo, per i quali la verità è difficile molto più che bella, ragion per cui la poesia non sarebbe all’altezza di occuparsene. L’alta fantasia è, . . . >>

Massimo Naro

Alta fantasia

L’altra teologia di Dante Alighieri