© 2020 Centro Studi sulla Cooperazione «A. Cammarata» • Tutti i diritti riservati

© 2020 Web Design and Engineering a cura di Salvatore Tirrito

Collana «Uomini e Terre»

1

visualizza la schedascheda_uomini_e_terre_1.html

Un paese di nuova fondazione

San Cataldo dalle origini ad oggi


a cura di Cataldo Naro

alla ricerca – che si è avvalsa delle fonti più varie: principalmente quelle archivistiche fiscali ed ecclesiastiche, ma anche le carte di privati e le testimonianze letterarie ed artistiche – emerge il tracciato di un processo storico-culturale di formazione di un’identità che comprende fenomeni diversi quali l’incremento demografico e i flussi migratori, i mutamenti dell’economia e le trasformazioni del vissuto religioso, il graduale strutturarsi di un sistema sociale e il ruolo delle famiglie più agiate e dei gruppi egemoni, la gestione del potere locale e i rapporti con i poteri esterni, la parlata locale con le sue particolari inflessioni e peculiarità semantiche, la produzione artistica, e, particolarmente per l’Otto-Novecento, le realtà associative di carattere economico e politico. 

Pagina  1



Pagina  1

D

Homeindex.html
Direttoredirettore.html
Rassegna stamparassegna_stampa_1.html
Incontri culturaliincontri_culturali_1.html
Pubblicazionipubblicazioni_1.html
Storiastoria.html
Contatticontatti.html
Home        Storia        Direttore        Incontri culturali        Rassegna stampa        Pubblicazioni        Contattiindex.htmlstoria.htmldirettore.htmlincontri_culturali_1.htmlrassegna_stampa_1.htmlpubblicazioni_1.htmlcontatti.htmlshapeimage_17_link_0shapeimage_17_link_1shapeimage_17_link_2shapeimage_17_link_3shapeimage_17_link_4shapeimage_17_link_5shapeimage_17_link_6
     ricercaricerca.html
» » »  link utili         link_utili.html
» » »  gallerie fotografiche
» » »  novità editorialinovita_editoriali.html

2

visualizza la schedascheda_uomini_e_terre_2.html

Valerio Cimino

San Cataldo

Odonomastica e storia

’odonomastica è un patrimonio identitario della collettività, una memoria vivente che si aggiorna e merita di essere recuperata, custodita e trasmessa alle nuove generazioni perché diventi storia e strumento di ricerca dell’identità della comunità e dei singoli.

Non è, però, soltanto un’auto-rappresentazione della comunità in una dimensione interna, ma è anche l’immagine che la comunità stessa vuole dare di sé all’esterno.

La “scintilla” che ha dato l’avvio alla stesura di questo volume è stata il rinvenimento di un documento del 1866 che elenca le strade cittadine. È cominciato, così, il lungo lavoro di ricerca . . . >>

L